Raccontare


SPAZIO ALLE STORIE CHE NON SONO STATE RACCONTATE ALTROVE. ALLE PERSONE INCONTRATE E RIMASTE SUL TACCUINO. OPPURE A QUEI PENSIERI CHE MI PASSANO PER LA TESTA VELOCI COME UNA PALLOTTOLA: SE NON LI FERMASSI, LI PERDEREI.

venerdì 11 marzo 2016

Non vedono l'ora.

(c) 2016 weast productions / gianluca grossi

Lunedì andrà in macchina. Ed è una sensazione straordinaria. Il mio libro, che avevo annunciato ai lettori di Faccia da reporter, uscirà presto nelle librerie. La data la tengo riservata, ancora per un po', non fosse altro che per il piacere dell'attesa, che è mia, e mi auguro, a questo punto, anche vostra. Quante vite sono finite dentro questo libro. Che è un... Pazienza, pazienza. Mordo il freno. In realtà sono loro, i personaggi che abitano le pagine, a spingere. Non vedono l'ora di essere anche vostri, dopo essere stati soltanto miei, così a lungo.  

3 commenti:

  1. cristina.gabaglio@gmail.com11 marzo 2016 20:16

    Aspetto con trepidazione l'incontro con i personaggi, so che entreranno anche nella mia vita, ormai ferma sulla sedia a rotelle. Grazie.

    RispondiElimina
  2. Cara Cristina, grazie per quello che mi scrivi. Credimi, non c'è vita ferma. Nemmeno la tua, se posso permettermi di dire qualcosa che tu, forse, giudicherai un'intrusione fondata sull'ignoranza. Eppure, mi sento di dirtelo. Perché, vedi, questo mio mestiere richiede un prezzo. Un prezzo da pagare. Si paga, sempre, con la propria vita, magari con un pezzo di lei che se ne va, un pezzo che non funziona più come funzionava prima o avrebbe funzionato se si fosse scelta una vita diversa, un mestiere diverso. La vita è vita. Nello sforzo compiuto per affrontarla, a ogni ostacolo che abbiamo davanti. Provo, credo di provare (sapere) profondamente quello che mi scrivi. E ti dico che la tua vita non è ferma. Mi auguro che dai miei personaggi tu possa ricevere la forza che loro hanno dato a me, la forza di concludere che abbiamo forse infinite risorse, traducibili nella realtà nei modi più diversi, impensabili, come sono impensabili le situazioni di fronte alle quali la vita ci pone. Io adoro il mio mestiere fatto così e adoro il prezzo che chiede. Ecco perché ti rispondo con questi pensieri. Se mi mandi il tuo indirizzo (mail o postale) a gianluca@weastproductions.tv, avrò il grande piacere di invitarti alla prima presentazione del libro. Ci terrei, davvero. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa, il tuo indirizzo mail è apparso nel post,ti manderò l'invito. Di nuovo, credimi: con grande piacere da parte mia.

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.